MURALE RELAZIONALE 2

Dipnto murale relazionale Vuoti di memoria 2016 a Fiano Romano

Quest’opera prosegue e sviluppa il progetto VUOTI DI MEMORIA già iniziato da Ugo Spagnuolo con il duo artistico Radice di tre. Nel murale relazionale da lui realizzato sono rappresentati un uomo e una donna, due storici coniugi di Fiano Romano, in dimensioni monumentali mentre, nella quotidianità di un gesto altamente simbolico, turano delle bottiglie: conserve-memorie ex vuoti ora pieni. Il grande dipinto è concepito per essere completato dagli abitanti di Fiano Romano, che potranno lasciare un segno delle proprie memorie. Diverranno così coprotagonisti dell’opera e interpreti della storia del luogo, collettiva o intima che sia. Al vernissage sono intervenuti anche il Sindaco Ottorino Ferilli e l’Assessore alla Cultura Eleno Mattei e da qual momento è stato fattivamente possibile realizzare i propri Vuoti di memoria (con materiale messo a disposizione in loco) e riempire le bottiglie (vuote!) dipinte sulla superficie muraria e tutti saranno protagonisti…testimoni-attori (che cosa è meglio?) di un’opera pubblica e democratica ad alta contaminazione popolare.

A cura dell’Associazione Culturale Porto D’Arte, in collaborazione con Jolena Ceschel. Ringraziamenti a Corinto Marianelli per le fotografie ed a Raffaella Tommasi per l’amichevole aiuto sul campo . L’opera è patrocinata dal Comune di Fiano Romano. Il progetto è stato sostenuto da Banca Intesa Sanpaolo Filiale di Fiano Romano e Copy Print CCPEZZOLA, grazie al loro sponsor.